Appuntamento a Firenze con il libro e il documentario Il PLANETARIO DI ARCHIMEDE RITROVATO

planetario-archimede-ritrovato

 

Firenze, Mercoledì 3 Giugno ore 16 Museo Galileo, Istituto e Museo di Storia della Scienza, Piazza dei Giudici 1
INGRESSO GRATUITO

 

Appuntamento immancabile per studiosi e appassionati di archeologia e scienza antica, quello dedicato alla scoperta della cosiddetta Ruota di Olbia (fine III-metà II secolo a.C.), ritenuta parte del celebre Planetario di Archimede, ovvero il più antico calcolatore astronomico mai pervenuto.

Mercoledì 3 Giugno al Museo Galileo di Firenze, il professor Giovanni Pastore, uno dei massimi esperti della materia, presenterà al pubblico la sua ultima fatica letteraria Il Planetario di Archimede ritrovato, nel quale ripercorre la storia e il funzionamento di questo straordinario ingranaggio, il cui movimento, al pari di quello del Planetario greco di Antikythera, anticipa di molti secoli la teoria eliocentrica di Copernico e di oltre 2.000 anni le moderne conoscenze scientifiche sul moto planetario dei corpi celesti.

Il libro contiene anche uno studio sulla Brocchetta di Ripacandida (V secolo a.C. ), di derivazione pitagorica, che raffigura l’impatto di un grande meteorite sulla Terra, con una rappresentazione grafica delle leggi fisiche in completa antitesi con la successiva dogmatica aristotelica.

In appendice, Pitagora nel mondo contemporaneo: Influenze della filosofia scientifica pitagorica nel mondo moderno e contemporaneo.

Al libro fa da compendio il film documentario sul Planetario di Archimede, che sarà proiettato in lingua italiana e inglese.